Un film del 2019 di Fulvio Risuleo con Edoardo Pesce, Silvia D’Amico, Daphne Scoccia, Sabrina Marchetta, Vittorio Viviani, Silvana Bosi.

Secondo lungometraggio, dopo Guarda in Alto, del giovane fumettista e regista Fulvio Risuleo, classe 1991. Prodotto da Tim Vision, Revok Film e Sky, con Edoardo Pesce, Silvia D’Amico e Daphne Scoccia. Il colpo del cane mette in scena un universo narrativo grottesco e pungente che ben si accosta alla poetica fumettistica del giovane regista romano, considerato oggi uno dei più promettenti talenti del nuovo cinema italiano.

Rana e Marti, due inesperte dog sitter, subiscono il furto di un adorabile bulldog francese. Le giovani si trovano costrette a mettersi sulle traccie del ladro, tale dottor Mopsi, per tentare di recuperare l’animale e restituirlo all’anziana padrona.

Fulvio Risuleo dimostra un discreto controllo degli attori ma poca efficacia nell’impostare il ritmo. La pellicola risulta spezzata e sbilanciata nella narrazione, nonostante la invidiabile disinvoltura dietro alla macchina da presa del regista. Ad un certo punto del film perdiamo di vista la selvatica protagonista Silvia D’Amico, e tutto lo spazio scenico converge su Edoardo Pesce, la vera star del film, customizzato con un look decisamente caricaturale. L’attore romano, reduce da prove di impeccabile talento – Dogman di Matteo Garrone e Non sono un assassino di Andrea Zaccariello – riesce, nonostante le sbandate della scrittura del film, a rimanere nel personaggio, rendendolo reale e verosimile. Il film affronta il tema della precarietà lavorativa che colpisce le giovani generazioni. L’autore riesce a farci sentire l’odore del malessere, dell’incertezza e della instabilità economica che spesso trascina i ragazzi nel precariato e nel vortice del lavoro a nero. La camera di Risuleo si muove morbida in un mondo ruvido e senza grazia, come se cercasse un equilibrio tra il dramma di un mondo egoista e la speranza che i desideri dei protagonisti possano avverarsi.

La pellicola, nonostante l’imperfezione, riesce nelle sue intenzioni grazie alle capacità del regista e degli attori e risulta ricca, libera e caratterizzata da uno stile molto personale.

Uscito in sala il 22 Novembre 2020 in Italia. Al Box Office Il colpo del cane ha incassato nelle prime 9 settimane di programmazione 36,5 mila euro e 27,7 mila euro nel primo weekend.

Articolo di Matteo Di Maria

REVIEW OVERVIEW
IL NOSTRO GIUDIZIO