Un film del 2019 di Vincenzo Alfieri, con Fabio De Luigi, Edoardo Leo e Giampaolo Morelli.

LOGLINE Siamo negli anni 60. Luigi, insoddisfatto impiegato alle poste italiane, deciso a cambiare completamente vita, decide di organizzare un colpo criminale. Con l’aiuto di alcuni personaggi vicini a lui e complice il suo impiego come autista di camionette portavalori, inizierà la sua impresa con mille svolte inaspettate.

RECENSIONE Ci troviamo di fronte ad un ambizioso Caper Movie all’italiana , un film del colpo grosso. Prodotto da Fulvio e Federica Lucisano, questo film si colloca tra le produzioni più originali del 2019. Il 31enne Vincenzo Alfieri, qui alla sua seconda regia dopo “I Peggiori“, tende un pò a strafare, ma crea un prodotto originale per il panorama cinematografico italiano curandone egregiamente anche il montaggio. Morelli si dimostra a suo agio con lo stile “Smetto quando voglio” e regge pienamente il confronto con due mattatori come De Luigi e Leo. Meno Tognazzi (comunque bravo) e più Ragone, sarebbe stata la ricetta giusta per rendere impeccabile la scrittura di questo heist movie fotografato con tagli noir dal bravo Davide Manca, Dop dell’opera prima di Alfieri. Il film ha incassato 848 mila euro.

REVIEW OVERVIEW
Soggetto
Sceneggiatura
Regia
Fotografia
Interpretazioni
Montaggio
Colonna sonora